spacer spacer
angolo
 
 
 
foto del film
Regia : Giuliano Montaldo

Sceneggiatura : David Buttler

Montaggio : Nino Baragli

Musiche : Pasqualino De Santis, Ennio Morricone

Interpreti : Denholm Elliot, Tony Vogel, A. Murray, Jan Mc Shane, Antonella Murgia, Bruno Zanin, Bruno Lazzarin

Produttore : RAI UNO


TRAMA

Alle soglie del XIV secolo la Repubblica di Venezia è impegnata su più fronti per difendere da Mongoli e Saraceni i propri commerci marittimi. La chiesa di Roma è senza guida. Marco, adolescente rimasto orfano della madre, sogna avventure in terre lontane, vive i primi timidi amori e si strugge nell’attesa del padre partito per terre lontane anni prima. Finalmente il tanto atteso momento arriva. Il padre Niccòlo e lo zio Matteo fanno ritorno a Venezia in qualità di ambasciatori del Kubilai Khan. L’ambiente politico e commerciale della città però e a loro ostile.
Nel 1269, nonostante tutto, riescono a organizzare una spedizione in Cina per portare un' ambasceria di Papa Gregorio X. Marco ha diciassette anni quando riesce a convincere il genitore a condurlo con lui.
Rientrerà in patria nel 1295 dopo aver amministrato per tre anni una città dell’impero del Khan.
Tre anni dopo è fatto prigioniero dai genovesi. In carcere detterà le sue memorie, Il Milione, al compagno Rustichello da Pisa.
Muore nel 1324.


Marchigianità :

La banchina est del porto di Fano (PU) è servita per le riprese effettuate all’interno del barcozzo dei Polo al momento della partenza per il Medio Oriente.
Le sequenze che precedono lo sbarco dei mercanti veneziani a S.Giovanni d’Acri in Palestina inquadrano il litorale tra Fano (PU) e Pesaro (le coste del Medio Oriente nella finzione filmica), dove si distingue il Colle dell’Ardizio e la città di Pesaro.
Alla ricostruzione storica del barcozzo utilizzato per allestire la nave di Matteo, Niccòlo e Marco Polo (a cura dello scenografo fanese Paolo Biagetti) hanno collaborato i calafatari fanesi.