spacer spacer
angolo
 
 
 
foto del film
Ospedale ricostruito all'interno di Palazzo Marinozzi a Monte Cosaro (MC)  Il centro storico di Civitanova Alta (MC)  Il grande Fausto 
Clicca sulle foto per ingrandirle
Regia : Alberto Sironi

Soggetto : Alberto Sironi

Sceneggiatura : Alberto Sironi

Musiche : Franco Piersanti

Interpreti : Sergio Castellito, Ornella Muti, Bruno Ganz, Evelyne Bouix, Simone De La Brosse, Mario Andrei, Nicoletta Bertorelli, Carola Ovazza, Claudia Pozzi, Roberto Egon, Massimo Ceccherini, Piero Domenico Accio, Arnaud
Arbessier


Produttore : ERRE Cinematografica, RAI UNO, TFI - SFP (FR), BETAFILM (D)

Anno : 1993


TRAMA

Fine anni “50. Coppi è ricoverato in ospedale, in fin di vita, a causa di una malattia tropicale presa durante un viaggio di piacere in Africa.
Al capezzale lo assistono amorevolmente gli amici, i parenti, il suo primo allenatore e Giulia Occhini, la “Dama Bianca” : la donna sposata che convisse con il grande ciclista e la cui condotta destò tanto clamore all’epoca. Le sarà vicino sino all’ultimo istante.
Sul filo dei ricordi del suo allenatore si dipana tutta la carriera di Coppi: dai primi massacranti allenamenti, all’esordio sempre rinviato, dalla prima vittoria al confronto agonistico con l’eterno rivale Bartali. E poi gli anni della guerra, la morte del padre, il successo nella squadra ciclistica della Legnano fino alla doppia vittoria nel Giro d’Italia e in quello di Francia. Tutt’uno con gli impegni agonistici, la vita privata del grande campione si trascina tra crisi d’identità e la consapevolezza dell’avvicinarsi della fine del suo mito in bilico, sentimentalmente, tra la moglie e il fascino della “Dama Bianca” con la quale vivrà molti momenti felici.


Marchigianità :

Le sequenze dell’ospedale sono state realizzate all’interno di Palazzo Marinozzi a Monte Cosaro (MC).
Altre scene girate a Moresco e Civitanova Marche (MC): la pescheria.
Alcuni anni della vita di Giulia Occhini, soprannominata da un giornalista francese “Dama Bianca”, hanno avuto come sfondo le Marche. Ad Ancona infatti soggiornò da ragazza, per cinque anni, ospite di uno zio. Nel capoluogo marchigiano inoltre portò a termine gli studi. Vi ritornò in seguito, assieme a Coppi, dopo che il tribunale di Alessandria l’aveva condannata, per abbandono del tetto coniugale, al soggiorno obbligato ad Ancona. Ma fu un' altra città delle Marche comunque che segnò il destino di Giulia Occhini: Fano. E’ qui che la “Dama Bianca” incontrò infatti Enrico Locatelli, ufficiale sanitario della città, grande estimatore e tifoso di Fausto Coppi, che in seguito diverrà suo marito e che abbandonerà, anni dopo, per seguire il grande campione.