spacer spacer
angolo
 
 
 
Regia : Mario Bonnard

Soggetto : Tratto da un’idea di Alfredo Pondrelli

Sceneggiatura : M. Bonnard, Parsifal Bassi, Gherardo Gherardi, Vittorio Nino Novarese con la collaborazione di Luigi Monelli, Luciano Doria, Vittorio Gui, Alberto Luchini, Edoardo Nulli

Fotografia : Mario Albertelli

Montaggio : Renzo Lucidi

Musiche : G. Rossini dirette da V. Gui e orchestrate da Fernando Previtali

Interpreti : Nino Besozzi, Paola Barbara, Camillo Pilotto, Armando Falconi, Greta Gonda, Memo Benassi, Cesare Fantoni, Paolo Stoppa, Gildo Bocci, Lamberto Picasso

Produttore : Luciano Doria per la Comp. Italiana Superfilm Nettunia

Anno : 1942

Durata : 112 min


TRAMA

Il film è il racconto della vita di Gioachino Rossini: dai suoi esordi come musicista e cantante a Bologna, alla prima affermazione come compositore all’età di quattordici anni, sino ai successi conseguiti nei teatri di Milano e Venezia che gli aprono le porte della direzione del teatro San Carlo di Napoli e in seguito la possibilità di rappresentare a Roma, dove si è trasferito, la sua opera forse più famosa: “Il barbiere di Siviglia”. L’incontro a Napoli con la cantante Isabella Colbran dà inizio ad un proficuo sodalizio artistico, che presto si trasforma in amore, e che conduce Rossini e la moglie in giro per l’Europa. La coppia giunge a Parigi dove Rossini ottiene la direzione del Theatre Italien. Nella capitale francese nel 1829, a soli 37 anni, il musicista pesarese compone, nel giro di cinque mesi, un'opera grandiosa che gli assicura fama e gloria: il “Guglielmo Tell”.


Marchigianità :

Gioachino Rossini, morto a Passy, in Francia, il 13 novembre 1868, era nato a Pesaro il 29 febbraio 1792. Il padre era “pubblica trombetta” a Pesaro.