spacer spacer
angolo
 
 
 
Regia : Mario Monicelli, Steno (Stefano Vanzina)

Soggetto : Steno (Stefano Vanzina), Age (Agenore Incrocci), Furio Scarpelli, Mario Monicelli

Sceneggiatura : Steno (Stefano Vanzina), Age (Agenore Incrocci), Furio Scarpelli, Mario Monicelli

Fotografia : Tonino Delli Colli

Montaggio : Gisa Radicchi Levi

Musiche : Carlo Rustichelli

Interpreti : Alda Mangini, Carlo Vanzina, Franca Faldini, Pina Gallini, Clelia Matania, Mimmo Poli, Olga Villi, Totò Wendler, Teresa Pellati , Giovanna Pala

Produttore : Luigi De Laurentiis, Rosa Film

Anno : 1952

Durata : 95 min.


TRAMA

per il cavalier Scaparro le donne costituiscono la rovina del genere (maschile) umano e per lui, uomo sposato e padre di una giovane ragazza, gli unici momenti di tranquillità sono quelli che passa nella soffitta di casa, una sorta di zona franca dove può dare sfogo ai suoi piccoli vizi, come il fumo.
In questa oasi di pace, perso nei ricordi del passato, rivanga i suoi rapporti con le donne: una sua ex fidanzata, una donna sposata con la quale ha avuto una relazione clandestina. A complicargli la vita, ora ci si mette anche sua figlia, il cui comportamento con il fidanzato gli conferma la natura soprafattrice del sesso debole. Finchè un giorno sua moglie viola il suo rifugio. Ne nasce un litigio furibondo che causa la separazione dei due. Sarà il matrimonio della loro figlia l’occasione per ritrovare la serenità perduta e riscoprire le piccole gioie della convivenza di coppia.


Marchigianità :

Totò prende in giro la moglie che ha intenzione di andare a passare le vacanze estive a Senigallia (AN), che lui chiama “Sinigaglia”