spacer spacer
angolo
 
 
 
Regia : Libero Bizzarri

Soggetto : Libero Bizzarri

Sceneggiatura : Libero Bizzarri

Fotografia : Carlo Ventimiglia

Montaggio : Franca Gabrini

Musiche : Mario Nascimbene

Interpreti : /

Produttore : Corona Cinematografica

Anno : 1960

Durata : 12 min


TRAMA

Nell’Italia del boom economico, in una cittadina sulle rive del Medio Adriatico, due culture apparentemente contrapposte , quella marinara e quella contadina, si confrontano: l'una volta al mare, da cui trae ragione della propria esistenza, l'altra più tranquilla, patriarcale, aliena da ogni slancio verso il futuro, sospesa com’è tra il cielo e la terra dalla quale ricava il proprio sostentamento. Col passare degli anni, con l’espandersi dell’area urbana, la comunità marinara è andata scolorendo nei suoi forti caratteri, mescolata ormai ad una piccola borghesia urbanizzata formata da artigiani e professionisti. L'avvento del motopeschereccio, che ha ridotto i rischi del mestiere, da un lato, e il progresso tecnologico e la modernizzazione in agricoltura dall'altro, hanno reso più moderni e dinamici i rapporti tra il centro città, prevalentemente marinaro, e la campagna che lo circonda, anche se tratti caratteristici ancora differenziano, non solo nel comportamento , ma anche nella mentalità, questi due gruppi sociali di antica tradizione.


Marchigianità :

Il breve filmato ha come protagoniste alcune piccole città della costa e dell’entroterra marchigiano.