spacer spacer
angolo
 
 
 
Regia : Giulio Paradisi

Soggetto : Age, Scarpelli, collaborazione di N. Manfredi e G. Paradisi

Sceneggiatura : Age, Scarpelli, collaborazione di N. Manfredi e G. Paradisi

Fotografia : Giuliano Giustini

Montaggio : Ruggero Mastroianni

Musiche : Gianfranco Plenizio

Interpreti : Nino Manfredi, Leo Gullotto, Gino Pernice, Sandro Ghiani, Renato Scarpa, Nestor Garay, Rudolph Walker, Rita Tushingham

Produttore : Vides Produzione

Anno : 1982

Durata : 109 min.


TRAMA

Prendendo spunto da un fatto realmente accaduto, il film racconta la storia di Domenico, cameriere italiano a Londra, che assieme ai suoi quattro connazionali, vorrebbe lasciare il ristorante dove lavora per mettersi in proprio. Ma il sogno dei cinque emigranti viene interrotto dall’irruzione, nel locale presso il quale prestano servizio, di tre malviventi.
La rapina però si trasforma, per l’intervento della polizia che blocca la fuga dei rapinatori, in un sequestro di persona. Mentre gli agenti all’esterno studiano il da farsi per liberare gli ostaggi, quest’ultimi solidarizzano con i rapinatori che decidono così di liberare i cinque italiani. L’amicizia nata tra loro però, nonostante i banditi siano stati rinchiusi in prigione, continua al punto tale che Domenico offrirà un posto di lavoro ad uno dei rapitori nel ristorante che ora i cinque italiani possono finalmente aprire.


Marchigianità :

Biagio Cerioni, uno dei camerieri presi in ostaggio, è marchigiano. L’attore che interpreta Cerioni è Nestor Garay, quello stesso attore che, per casualità o “vocazione antropomorfica”, altre volte ha interpretato ruoli marchigiani. Lo si ricorderà come Cesare De Blasi, marito marchigiano della protagonista di “Camera d’albergo” e come cappellano marchigiano nell’episodio “Il superiore” di “Basta che non si sappia in giro”.